EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La festa di san Martino, la leggenda per i bambini

La festa di san Martino e la bellissima leggenda per i bambini. Scopriamo il racconto per l’11 novembre e le tradizioni italiane.

La festa di san Martino, leggenda per bambini

Martino era nato nei territori che oggi fanno parte dell’Ungheria in una famiglia benestante. Seguendo le orme del padre, entrò nell’esercito. Un giorno, il giovane soldato salì sul suo cavallo per tornare a casa. Durante il viaggio iniziò a nevicare abbondantemente. Martino vide un povero che non aveva nulla per ripararsi dal freddo. Si fermò ed usando la sua spada tagliò a metà il mantello. Riprese il suo percorso e giunse a casa. Durante la notte sognò Gesù che con dolcissime parole gli svelò che il bisognoso era proprio lui.

Martino, al risveglio, vide il suo mantello nuovamente integro. Scosso dal sogno e dal miracolo, decise di lasciare l’esercito e di farsi battezzare per diventare cristiano. Invece, secondo un’altra leggenda Martino dopo aver diviso il suo mantello riprese il cammino. Poco dopo incontrò un mendicante al quale regalò un altro pezzo del suo indumento, nonostante la notte diventasse sempre più fredda. L’ultimo lembo del suo mantello lo regalò ad un altro bisognoso. Infreddolito riprese il suo viaggio ma, improvvisamente, il clima divenne più mite. Era iniziata l’estate di san Martino, ossia dei giorni di caldo che ricordano il gesto di bontà del santo.

L’11 novembre, dolci e castagne

L’11 novembre è il giorno dedicato a san Martino, vescovo di Tours. In Italia si festeggia mangiano le caldarroste e preparando pani e dolci speciali. Per questo giorno si gustano buonissimi biscotti, alcuni farciti di ricotta ed uvetta, e tante frittelle come le zeppole siciliane.

Invece, in Veneto si prepara un dolce che rappresenta il vescovo sul suo cavallo, in ricordo dell’antica leggenda. Inoltre, in molte regioni si svolgono sagre e fiere.