EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Babbo Natale, la sua storia e tanti lavoretti natalizi

Babbo Natale porta i doni la notte fra il 24 ed il 25 dicembre. La leggenda di Babbo Natale racconta che l’allegro benefattore si sposti a bordo di una slitta trainata da otto renne.

Babbo Natale, la storia
La storia di Babbo Natale si fa generalmente risalire a san Nicola, vescovo di Myra. In Italia, così come in altri Paesi, il 6 dicembre i bambini ricevano dolcetti, regali o mele. Sono i doni di san Nicola che durante la notte visita tutte le case. Il culto di san Nicola, dal vecchio continente, si diffonde poi anche negli Usa dove prende il nome di Santa Claus. Babbo Natale è descritto in una poesia di Clement Clark Moore del 1822 come un generoso personaggio. E’ poi il disegnatore Thomas Nast il primo a codificare il suo aspetto, immaginandolo alto, corpulento e con una lunga barba. Babbo Natale riesce ad imporsi a livello mondiale soltanto nel XIX secolo, grazie alla Coca Cola che lo usa nelle campagne pubblicitarie natalizie. Il merito di aver definitivamente stabilito le caratteristiche del allegro portatore di doni si riconoscono al fumettista Sundblom. E’ stato lui che per conto della Coca Cola realizzò il disegno di Babbo Natale con indosso una tuta rossa bordata di pelliccia.

Lavoretti di Natale
Durante i giorni delle feste natalizie i nostri bambini si possono divertire a fare semplici lavoretti.
E’ molto semplice coinvolgerli nella preparazione di biscotti da appendere all’albero di Natale. I biscotti potranno anche essere regalati oppure gustati a colazione e a merenda.
Un’altra idea è fare delle statuine con la pasta di sale o con la pasta modellabile, facilmente reperibile in cartoleria o nei grandi supermercati. Si possono creare segna posto, soprammobili o piccoli oggetti da donare ai parenti. I più piccoli potranno creare dei bellissimi quadri mettendo insieme foglie di colori e forme diverse. E’ possibile creare dei quadretti anche con un collage di fotografie oppure con monete fuori conio o fiori secchi. I giorni di Natale possono trasformarsi nell’occasione perfetta per imparare a giocare a dama, a scacchi o a carte ma anche per leggere, o ascoltare, fiabe e leggende.