EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Gli ultimi giorni di scuola ed il mio bambino

Sono gli ultimi giorni di scuola ed il mio bambino deve affrontare verifiche ed interrogazioni. Per gli studenti gli ultimi giorni di scuola sono impegnativi e faticosi e per affrontarli al meglio è opportuno seguire uno stile di vita sano.

 

Gli ultimi giorni di scuola, la stanchezza
La fine dell’anno scolastico può coincidere con un periodo di stanchezza e astenia. Il mio bambino appare svogliato e con difficoltà di concentrazione. Per affrontare con la giusta grinta le ultime prove è bene che sia in perfetta forma psicofisica.
La stanchezza dei nostri figli potrebbe dipendere da alcune carenze che si possono evidenziare con semplici esami del sangue.
Ricordiamo sempre che se i sintomi dovessero protrarsi nel tempo oppure peggiorare è sempre necessario rivolgersi al pediatra.
Per vincere la sonnolenza e l’astenia è importante che i nostri bambini dormano fra le otto e le nove ore per notte.
Inoltre, bisogna ritagliare degli spazi da dedicare all’attività fisica all’aria aperta. Il sole è fondamentale per il buonumore ma anche per favorire l’assorbimento del calcio. Durante il fine settimana si possono organizzare delle occasioni di svago come gite fuori porta, escursioni o semplici feste fra amici.

Gli ultimi giorni di scuola, l’alimentazione
L’alimentazione quotidiana gioca un ruolo fondamentale per combattere stanchezza e debolezza. La prima colazione non deve mai mancare perché evita i cali di attenzione così come la merenda del pomeriggio rappresenta un momento di pausa per corpo e mente.
In tavola si possono portare gli alimenti tipici della bella stagione come le fragole, i piselli, i meloni, le insalate ed i primi pomodori. Se i nostri piccoli non gradiscono la frutta la soluzione è aggiungerla a dello yogurt oppure preparare centrifugati o frullati.
Per ritrovare l’energia i piccoli consumare miele e frutta secca ma anche la pappa reale, facilmente reperibile in erboristeria e in molti supermercati. Meglio limitare i cibi eccessivamente lavorati e raffinati così a vantaggio di preparazioni semplici e digeribili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *