EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il mio bambino ed i compiti a casa

 

Il mio bambino ha iniziato la scuola a pieno ritmo e al pomeriggio deve studiare e fare i compiti. I compiti a casa sono utili al mio bambino per apprendere informazioni e dati ma anche per imparare ad organizzare il suo lavoro in maniera autonoma.

 

 

I compiti a casa, l’utilità

Il mio bambino ha ripreso la scuola e al pomeriggio fa i compiti assegnati dai maestri e studia. I compiti a casa sono spesso giudicati negativamente ma in realtà sono una risorsa importante per il mio bambino perché contribuiscono a farlo maturare.

Dopo mangiato il mio piccolo si organizza per completare i compiti per l’indomani e successivamente può dedicarsi a giocare e all’attività sportiva.

 

I compiti a casa sono fondamentali per la formazione del mio bambino perché lo abituano ad affrontare delle responsabilità, ad essere ordinato e ad organizzarsi autonomamente. Studiare al pomeriggio è un’occasione di crescita che abitua i nostri piccoli ad impegnarsi per ottenere buoni risultati che saranno utili per il suo futuro.

 

Il mio bambino fa i compiti a casa

Il mio bambino fa i compiti a casa senza capricci sin dal primo anno di scuola elementare. Ha capito che deve svolgere un piccolo lavoro non per accontentare gli adulti ma per se stesso.

Per aiutare il mio bambino a fare i compiti a casa è bene avere a disposizione una stanza silenziosa, dove non venga disturbato e possa stare comodo e tranquillo. I compiti a casa dovrebbero essere fatti prima delle ore di svago, in modo che dopo la studio si abbia l’opportunità di rilassarsi e di ricaricarsi.

Se il piccolo si dimostra poco propenso a dedicarsi allo studio è possibile spiegargli che non è una perdita di tempo ma un modo per crescere e diventare migliore. I bambini si possono spronare facendo leva sulle loro abilità scolastiche e sulle loro capacità. Essere positivi e fiduciosi è, senza dubbio, un grande aiuto per i piccoli che cercheranno di dare il meglio di sé.

Il mio bambino fa i compiti a casa da solo ma sa che in caso di necessità può chiedere l’aiuto dei genitori o della sua baby sitter. E’ importante che le ore di studio a casa non diventino una sorta di punizione o di costrizione quanto una buona abitudine quotidiana.

Dopo aver completato i compiti per il mio bambino arriva l’ora della merenda e del divertimento. Una corsa al parco, una partita con gli amici o la palestra sono soltanto alcune delle attività alle quali si può dedicare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *