EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Cosa troviamo in una camera maternità degli ospedali?

Sul mercato ci sono tantissime ditte che riforniscono gli ospedali, gli studi medici e anche molte case di riposo con le attrezzature di cui esse hanno bisogno.
Le
forniture mediche e sanitarie comprendono non solo i macchinari per le visite, ma anche tutto quello che include i mobili di arredo delle varie stanze dalla sala operatoria alla sala d’attesa per i pazienti.

Ora proviamo a capire effettivamente quante cose possono servire in una sola stanza di un ospedale, ad esempio la camera maternità per le neo mamme.

Questo ambiente deve essere molto confortevole e armonioso per esse perchè deve aiutarle a trovare un equilibrio con il bambino dopo la fatica.
Infatti all’interno deve esserci una
poltrona sulla quale le neo mamme possono allattare e coccolare i propri figli instaurando un primo rapporto importantissimo.
La poltrona è stata progettata per insegnare alle mamme le giuste posizioni per poter allattare in modo efficace, grazie alla sua forma aiuta ad
alleviare i dolori post parto riducendo la pressione sulla schiena e sulla zona perineale.
In poche parole è un prodotto ergonomico per la postura, ignifugo e in materiale antibatterico cioè non favorisce la formazione dei batteri, mantenendo così un’ottima igiene che è la cosa più importante per i bambini appena nati.

Poi c’è bisogno della culla neonatale nella quale il bambino può dormire, ma mantenendo il contatto con la mamma grazie all’apertura presente su uno dei due lati della copertura.
Un altro oggetto importante per questa area è il
lavabo e fasciatoio all’interno del quale il bambino può essere cambiato e lavato con semplicità ed ha un mobiletto dove si possono riporre i ricambi di cui si ha bisogno.
Un’ultima
fornitura ospedaliera, ma non perchè meno importante, è il letto in cui la mamma dovrà riposarsi, esso deve essere molto pratico soprattutto per quanto riguarda la facilità con cui si possono rimuovere le sponde consentendo di poter allattare o coccolare il proprio bambino, ma va detto che il letto non deve perdere la sua funzionalità di protezione in caso di complicazioni durante o nei giorni successivi al parto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *