EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il 2 Novembre spiegato al mio bambino

Il primo ed il due Novembre sono due importanti festività: Ognissanti ed i defunti. I nostri bambini, proprio per questa occasione, possono essere coinvolti nelle antiche tradizioni tipiche di questi giorno, come preparare dei dolci e ricordare le persone care che non ci sono più. Affrontare il tema della morte è molto complesso e gli approcci sono differenti secondo l’età del nostro bambino. Partendo proprio dalla festadel 2 Novembre, è possibile accennare al piccolo che, per vari motivi, si è destinati a lasciare questo mondo. Il credo religioso di ognuna famiglia poi, farà il resto, suggerendo per esempio che esiste una vita dopo la morte e che le preghiere possono aiutare chi non è più fra noi. Se nostro figlio va a scuola è molto probabile che abbia già sentito parlare del giorno dei morti a scuola dove, molto spesso, si eseguono ricerche sugli usi e costumi di questa ricorrenza.

L’argomento morte deve essere affrontato in maniera naturale e spontanea, cercando di non intimorire i bambini ma di avvicinarli, senza fretta, ad una delle realtà dolorose della vita. Per stemperare le possibili paure divertitevi insieme ad organizzare una gita fuori porta per il giorno dei Santi o un menù speciale.

Andando in giro per la città poi, potrete fargli vedere le vetrine delle pasticcerie, dove spiccano i tantissimi dolci preparati proprio per il due Novembre. In quasi tutte le regioni non mancano le fave dei morti, anche nella versione al cacao e le ossa dei morti che assumono denominazioni differenti secondo il territorio di appartenenza.

I più piccoli sono avidi di storie e racconti; sfruttando questo interesse potreste raccontagli le usanze tipiche della vostra famiglia come, per esempio, mangiare piatti a base di fave secche o di baccalà. Nel nostro Paese infatti, per il primo ed il due Novembre esistono varie tradizioni che meritano di essere trasmesse alle future generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *